OMD | Enola Gay

Gli Orchestral Manoeuvres in the Dark cantano il loro brano pacifista.

 

Gli Orchestral Manoeuvres in the Dark, abbreviato in OMD sono una band britannica di synth-pop fondati nel 1979 e ancora oggi in attività, anche se dal 1996 al 2006 si sono divisi.

Il gruppo si forma grazie al duo formato da Andy McCluskey e Paul Humphreys sul finire degli anni 70. La band concentrarono la loro attenzione verso i sintetizzatori e il kraut-rock spaziale.

Il primo del gruppo fu VCLXI, scelto da un particolare della copertina Radio-Activity dei Kraftwerk, ma cambiarono quasi subito in OMD. dopo la prima incisione di poco successo, nel 1980, pubblicano Enola Gay che anticipa il secondo album Organization.

Il singolo Enola Gay, diventa presto un successo internazionale, ed è ispirato al famoso bombardiere che sganciò la bomba atomica su Hiroshima. Il testo d’impronta pacifista e il ritmo della canzone, unico sulla scena artistica, portano gli OMD a vendere oltre 5 milioni di copie in tutto il mondo.

enaola-gayGli OMD tutti li ricordano solo per questo grandissimo pezzo, nonostante hanno pubblicato ben 19 album, 14 in studio, 1 live, 2 raccolte e 2 opere audiovisive.

Il video non si può certo considerare un’opera d’arte, sembra fatto in fretta e furia, probabilmente, hanno contribuito il budget ristretto e la poca considerazione che avevano i videoclip musicali nel 1980, infatti MTV nasceva un anno dopo, nell’estate del 1981.

Assaporiamo comunque il video e godiamoci questo ritmo unico nel suo genere.

Traduzione:

Enola Gay, saresti dovuto restare a casa ieri
Oh, le parole non potranno mai spiegare i sentimenti e il modo in cui hai mentito.

Ti diverti con questi giochi, ma finiranno in lacrime prima o poi,
Oh, Enola Gay, non sarebbe mai dovuta finire così.

Sono le 8:15, è l’ora di sempre,
Riceviamo il tuo messaggio via radio, le condizioni sono normali e stai facendo ritorno a casa.

Enola Gay, sei l’orgoglio di una mamma nei confronti di suo figlio**, oggi,
Oh, questo bacio che hai dato non svanirà mai più.

Enola Gay, non sarebbe mai dovuta finire così,
Oh, Enola Gay, non dovevi spazzar via i nostri sogni.

Sono le 8:15, è l’ora di sempre,
Riceviamo il tuo messaggio via radio, le condizioni sono normali e stai facendo ritorno a casa.

Enola Gay, sei l’orgoglio di una mamma nei confronti di suo figlio**, oggi,
Oh, questo bacio che hai dato non svanirà mai più.

Note:
*Enola Gay : E’ il nome dell’aereo che sganciò la bomba atomica su Nagasaki e Hiroshima durante la seconda guerra mondiale. Il pilota aveva dato all’aereo il nome della madre.
** Little boy : il testo inglese gioca sul doppio senso di questa frase, in quanto oltre al significato reso nella traduzione italiana, “little boy” era l’espressione usata per indicare la bomba atomica.