Frankie Goes To Hollywood | Relax

La censura della radio e televisione non fermano lo strepitoso successo di Relax!

 

Era il 1983 e un gruppo inglese, praticamente sconosciuto, pubblica un singolo che diventerà un grandissimo successo. Ma la TV e le radio censurano il pezzo a causa del testo provocatorio (per espliciti riferimenti sessuali). Proprio la censura del brano che porta alla ribalta internazionale i Frankie Goes To Hollywood.

In origine la band si chiamò Hollycaust, ma dopo poco cambiarono nome in Frankie Goes To Hollywood. I membri, originari di Liverpool erano William “Holly” Johnson, Paul Rutherford, Peter Gill, Jed O’Toole e Brian Nash. Dopo i primi concerti Jed O’Toole lascia la band e viene sostituito dal fratello minore Mark. Il nome particolare della band è da attribuire ad un titolo della rivista “The New Yorker”, ma non è chiaro chi fosse il Frankie al quale il gruppo si riferiva.

Il singolo Relax, partì in sordina, ma grazie alla pubblicità non voluta della censura, riuscì ad ottenere un enorme successo, tanto da scalare tutte le classifiche musicali. Nel solo Regno Unito, riuscì a vendere oltre 1,9 milioni di copie, risultando il settimo singolo più venduto della discografia britannica.

La campagna pubblicitaria per Relax era molto trasgressiva per l’epoca, infatti l’ambigua immagine di Holly Johnson e Paul Rutherford, vestiti da marinai era accompagnata dalla scritta “All the Nice Boys Love Sea Men” (“Tutti i bei ragazzi amano i marinai“). Come dicevamo gli scandali contribuirono al successo dei Frankie Goes To Hollywood anche se la BBC nel gennaio del 1984, decise di non trasmettere più il brano alla radio a causa del testo troppo esplicito.

relaxNonostante tutto Relax rimane in vetta alla classifica britannica per 6 settimane e a Top of the Pops, popolare trasmissione sulla classifica musicale a cui era stato imposto di non trasmettere la canzone, concludeva la propria classifica annunciando il brano ma mandando in onda un’altra canzone della classifica.

Sicuramente già nel decennio precedente c’erano stati altri artisti che avevano fatto scandalo, ricordiamo i dischi di David Bowie di Ziggy Stardust, ma negli anni 80, era la prima volta che un brano di successo, che piaceva alle masse, veniva censurato in maniera forte.

Il videoclip.

Per il video furono realizzate diverse versioni, la prima è quella ufficiale per Relax ed è diretta da Bernard Rose. Il video è ambientato in un gay bar a a tema sadomaso e fu censurato sia da MTV che dalla BBC, in Italia, se non ricordo male, è stato mandato in onda da Italia 1 nella trasmissione DeeJay Television. La seconda versione, diretta da Godley & Creme, vedeva il gruppo esibirsi su un palco, ma a causa della censura sul testo non fu mandata in onda da nessuna TV. Fu realizzata una terza versione che includeva spezzoni di film Omicidio a luci rosse di Brian De Palma. Mentre un’ultima versione, la quarta, vede il gruppo esibirsi dal vivo in un concerto ed è diretta da David Mallet.

Ora, vogliamo guardare con voi il video originale dei Frankie Goes To Hollywood, quello appunto pensato per il singolo Relax, la prima versione!

Traduzione:

Oh oh
Beeeene-adesso!

Relax, non farlo
quando vorresti andarci
relax non farlo
quando vuoi venire
relax non farlo
quando vuoi venire
relax non farlo
quando
Relax, non farlo
quando vorresti andarci
relax non farlo
quando vuoi venire
relax non farlo
quando vuoi succhiarlo
relax non farlo
quando vuoi venire
venire- oh oh oh

lancialo nella giusta direzione
fai che sia nelle tue intenzioni
vivi quei sogni
progetta quei piani
colpiscimi
colpiscimi
colpiscimi con quei raggi laser

sto arrivando
sto arrivando

Relax, non farlo
quando vorresti andarci
relax non farlo
quando vuoi venire

relax non farlo
quando vuoi succhiarlo
relax non farlo (amore)
quando vuoi venire
quando vuoi venire
quando vuoi venire
venire -huh

alzalo
il luogo dell’amore
sentilo

relax
più alto, più alto

hey
prega